Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2022

COSA TI COMBINO A NON DORMIR LA NOTTE.... - Anassimandro e la scuola di Mileto

  L’Astronomia, attraverso i personaggi, noti o meno, che l’hanno fatta e il loro tempo   Anassimandro (Mileto, 610 a.C. circa – 546 a.C. circa) Dopo aver fatto una breve ma doverosa introduzione, cominciamo il nostro viaggio nella storia… Ci troviamo in Grecia, in una delle sue colonie dell’Anatolia, la Ionia, tra la fine del VII e la metà del VI secolo a.C. In quel periodo Talete fonda la così detta “scuola di Mileto” o “Ionica” ovvero la scuola filosofica più antica. Le scuole filosofiche non vanno intese come le scuole di oggi. Erano vere e proprie corporazioni, con stretti vincoli tra i loro membri e obblighi più o meno rigorosi di vita e di lavoro in comune. Tali scuole prendono la loro insegna dai luoghi in cui fioriscono, dal nome del fondatore o dal carattere della loro dottrina. Talete, da Aristotele in poi, viene considerato uno dei sette saggi ed il primo filosofo della storia del pensiero occidentale, intendendo con questo termine, colui che per primo si è occupato d

SEZIONE ECLISSI - Le notti della Luna rossa

Tra i fenomeni celesti più emozionanti e incredibili che esistono, di sicuro ci sono le eclissi. Chi ha avuto la fortuna di vedere un eclisse di Luna o a maggior ragione di Sole di sicuro la porterà per tutta la vita tra i ricordi più belli. Vedere il Sole che scompare divorato dal disco lunare e tutto attorno un tramonto a 360°, le stelle visibili in cielo, la temperatura che scende di colpo, questa ombra che striscia sul suolo e sembra penetrare ovunque... sensazioni uniche impossibili da immaginare finché non si provano sulla propria pelle. Osservare la Luna piena in cielo e vedere che piano piano viene coperta da un ombra fino a diventare rosso sangue, sapere che è la Terra a causare tutto ciò, fa cambiare veramente punto di vista. Ci immaginiamo fuori dal nostro pianeta, fuori dal Sistema Solare, a guardarci girare pazientemente intorno alla nostra stella, seguiti dal nostro fedele satellite ed è allora che ci sentiamo piccoli, quasi insignificanti, in balia di forze cosmiche che

Tutta colpa della Luna!

Dedicata a Tito Stagno e a chi “Quella notte c’era!” La mattina dello scorso 1° febbraio ero al PC alle prese con uno strano pianeta extrasolare da poco scoperto e chiamato GPX-1b, quando è arrivata la notizia della scomparsa di Tito Stagno, il giornalista che nella notte tra 20 ed il 21 Luglio 1969 condusse quella che è stata sicuramente la diretta televisiva più famosa di ogni tempo, in occasione dello sbarco dell’Uomo sulla Luna. La prima cosa che mi è venuta in mente è che quella notte io c’ero, anche se avevo solo 10 anni: istintivamente mi sono fermato e ho abbandonato le mie ricerche su GPX-1b, portato indietro nel tempo dalle emozioni ancora incredibilmente vive che dentro di me venivano a galla, forti come un’onda alla quale volevo solo abbandonarmi lasciandomi portare dove quest’onda voleva. Una riflessione su tutte: il rendermi conto di come - pur così piccolo – accadimenti e persone possono condizionare la tua vita in modo importante e duraturo, nel bene e nel male. Que