Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2022

SEZIONE ASTROFOTOGRAFIA - Strumenti di ripresa

Bentornati astrofotografi, eccoci di nuovo qui per continuare questo nostro viaggio nel mondo fantastico dell’astrofotografia. Alzando gli occhi al cielo stellato, non riusciamo a figurarci effettivamente com’è fatto l’universo, ammirarlo ci regala un senso di pace, di mistero certo, ma comunque un rifugio sicuro: il cielo stellato è sempre lo stesso, sempre li a darci conforto. In realtà l’universo, come abbiamo scoperto dopo anni e anni di osservazioni e misure, è un posto alquanto violento e mutevole, solo non per il tempo degli esseri umani. Se potessimo vedere a occhio nudo quello che ci restituisce la fotografia astronomica, forse non lo riterremmo più un porto sicuro, capiremmo quanto in realtà la nostra esistenza sia fragile in confronto a questo mondo immenso e caotico. Continueremmo ad ammirare gli oggetti che ci circondano, continueremmo a stupirci di fronte alla miriade di colori e strutture che esistono, ma secondo me inizieremmo anche a nutrire un forte senso di terrore.

SEZIONE ESOPIANETI - E quindi uscimmo a riveder le stelle

  Ciao a tutti cacciatori di mondi alieni, oggi più che mai c’è bisogno di sognare, di guardare oltre questo “pallido puntino blu” che chiamiamo casa, di cercare un po’ di pace e di conforto nelle stelle lassù. Al Sole, alla Via Lattea, a tutto l’universo non importa assolutamente niente di quello che succede a “casa”. Il tempo continua ad andare avanti, lo spazio continua ad espandersi, nuove stelle nascono, alcune arrivano alla fine della loro esistenza e magari qualche forma di vita primordiale inizia a formarsi intorno a qualche stella. Se c’è una cosa che abbiamo imparato, qui a “casa”, è che la vita trionfa sempre. Attenzione non ho detto l’uomo ma la vita, infatti l’uomo non è che una piccola parte di tutta la vita che è presente sul nostro pianeta. L’uomo potrà anche scomparire, ma la vita troverà sempre un modo per rinnovarsi, per ambientarsi, per continuare a esistere. Siamo così fragili, bastano dei piccoli cambiamenti al nostro pianeta e noi non riusciremo a sopravviver